Polpette del contadino

Polpette del contadino (le pallotte’nghe la carne)

PESCARA – 1 dicembre 2019. Le polpette del contadino.


 

Ogni regione conserva delle tradizioni e dei ricettari fonte di esperienza diretta.

Oggi, sono in tanti a dedicarsi all’arte culinaria, qualificandosi ogni giorno come chef all’avanguardia. Professionisti e appassionati, che sottopongono ai nostri occhi tante prelibatezze davvero strepitose.

Ma ciò che siamo oggi, è frutto dell’esperienza del passato. Infatti, molti di noi, prendono spunto proprio dalle tradizioni; che sono stimolo costante e che, oltre alla ricerca delle proprie radici sono frutto della personale rivisitazione di questi sapori antichi.

Quella che sto per proporvi, è una ricetta davvero semplice. Ma una volta era una rarità per le tavole. Elaborate e tramandate per anni, dalle diverse famiglie abruzzesi.

Piatto immancabile, soprattutto nelle cucine contadine. Le polpette, fatte di macinato di vitello, una volta si preparavano la domenica; o in ricorrenze particolari.

Oggi tutto questo è cambiato, perché sulle tavole c’è tanta ricchezza; ma anni fa soprattutto a cavallo delle guerre mondiali, l’abbondanza scarseggiava.

Tuttavia, queste polpettine che possono sembraci una banalità, una volta erano considerate piatto da Re.

Quando non c’era il macinato, per alternare la carne, si cucinavano le polpette di uova e formaggio (pallotte casce e ove) di cui abbiamo parlato tempo fa.

Polpette del contadino – ingredienti per circa 30 polpette

500 g di macinato di vitello

4 uova

200 g di formaggio grattugiato a scelta pecorino o grana

Prezzemolo tritato quanto basta

aglio tritato 2 spicchi

Sale quanto basta

Pepe quanto basta

noce moscata quanto basta

Pangrattato quanto basta

Olio per friggere.

In aggiunta, preparate anche del sughetto semplice con questi ingredienti:

Passato di pomodoro 1 L

100 ml di olio d’oliva

Mezza cipolla a rondelle

1 spicchio d’aglio

Foglia di alloro

1 ciuffetto di prezzemolo

Foglie di basilico

Sale

Procedimento per le polpette

Iniziamo a impastare insieme tutti gli ingredienti, versando in una ciotola capiente macinato, uova, formaggio grattugiato, prezzemolo tritato, aglio tritato e sale. Poi continuando energicamente a mescolare con le mani, aggiungiamo il pepe, la noce moscata e il pangrattato. Quest’ultimo deve darci una consistenza che permetta alle polpette, di essere malleabili, non collose ma rigorosamente uniformi.

Mettiamo l’olio in un giusto tegame e, raggiunto il grado di frittura, versiamoci delicatamente, una a una le polpette ottenute. La frittura, che dovrà somigliare a un caramello leggermente scuro, deve essere eseguita per 3-4 minuti al massimo.  Una volta cotte, adagiare su un foglio di carta assorbente e far riposare.

Sughetto semplice

Iniziamo a versare l’olio in un tegame apposito, seguito da aglio; dopo due minuti la cipolla e le altre spezie. Quando inizia a sfrigolare, versate la salsa di pomodoro. Appena il sugo raggiungere il bollore, immergetevi le polpette e girando spesso, far cuocere per 5-6 minuti al massimo. Questo perché ovviamente le polpette sono già cotte. Trascorso il tempo indicato, impiattare e servire.

Commenta:

Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio