La mostra dannunziana

La mostra dannunziana a Pescara non decolla

Per la mostra “Disobbedisco” dedicata alla personalità di D’Annunzio il Comune di Pescara ha speso 115.000 euro. A distanza di un mese l’incasso della mostra dannunziana è davvero esiguo, poco più di 300 euro.

La mostra dannunziana: “Disobbedisco” 1° dicembre-27 settembre

La rassegna dedicata al Vate ha aperto lo scorso 1° dicembre 2019 in pompa magna all’Aurum di Pescara, ad oggi l’incasso è ben poco. L’esposizione è a cura di Giordano Bruno Guerri, con Giunta e Consiglio Regionale, e prevede un biglietto d’ingresso di 3 euro. È il consigliere regionale Antonio Blasioli a fare due conti all’amministrazione pescarese, considerando infatti la mostra un vero fallimento. Difatti la mostra è costata costata oltre 115.000 euro e fino ad ora ha incassato solo 300. In aggiunta a questo Antonio Blasioli ha riportato dei numeri chiari dell’affluenza alla mostra:

“Al 31/12 registra solo 112 spettatori paganti. Il Comune trovi il modo di rendere proficuo l’oneroso investimento fatto, oppure renda la mostra gratuita per la città aprendola al pubblico”.

Un incasso davvero imbarazzante, soprattutto per il periodo di punta in cui è stata inaugurata la mostra dannunziana.

Un progetto costato 400.000 euro

Il risultato risulta ancor più sorprendente visto che rientra in un progetto di manifestazioni pensate dalla maggioranza di centrodestra regionale e comunale per l’autunno scorso. Progetto costato alla comunità abruzzese e pescarese quasi 400.000 euro. di cui 115.000 euro solo per la mostra di D’Annunzio. A queste cifre si aggiunge le sponsorizzazioni private che hanno reso possibile l’esiguo costo del biglietto come dichiara il presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri. Secondo questo andamento infatti la mostra arriva a un incasso finale che ammonta a poco più di 3.000 euro. Infine il consigliere di centrosinistra Giovanni Di Iacovo, ex assessore alla cultura sottolinea che è un disastro, nonché un immeritato trattamento per il nostro Vate. Perciò sarà convocata una commissione di vigilanza per verificare cifre, dati e responsabilità.

Commenta:

Autore dell'articolo: Mirko Di Leonardo